Pneumatici Invernali: scadenze, normative e vantaggi

Pneumatici Invernali: scadenze, normative e vantaggi

Normative
Il 15 novembre 2019  scatta l’obbligo di sostituzione degli pneumatici estivi: come disposto dalla circolare ministeriale (n° 1049), gli automobilisti hanno a disposizione un mese di tempo per adattare l’auto alle esigenze invernali, per non incorrere in una salata sanzione amministrativa che va da 419 a 1.682 euro, si aggiunge il ritiro del libretto di circolazione solo se l’indice di velocità del pneumatico risulta inferiore a quello presente sulla carta di circolazione.

Molti automobilisti si domandano se – a prescindere dalle normative vigenti – è davvero necessario sostituire gli pneumatici. La risposta è sì: è molto importante eseguire sempre il cambio gomme estate/inverno per affrontare al meglio le condizioni stradali dovute al clima. Infatti la mancata sostituzione coinvolge diversi aspetti legati soprattutto alla sicurezza e alla vita dello pneumatico.

Quali sono i vantaggi dello pneumatico invernale?
Gli pneumatici invernali sono progettati per garantire sicurezza e massime performance a basse temperature, su asfalto asciutto, bagnato o in presenza di neve. Sono caratterizzati dalle marcature distintive sulla spalla che ne specificano l’utilizzo: M+S, MS, M-S, M&S letteralmente tradotte in must and snow che significa fango e neve. Se poi c’è anche il simbolo del fiocco di neve e della montagnetta a 3 punte (Three Peak Mountain Snow Flake) significa che hanno delle prestazioni su neve certificate, ma a livello legislativo non fa alcuna differenza. Sono distinguibili anche dai canali centrali e aperture sulle spalle disegnate per espellere l’acqua velocemente ed efficacemente,  permettendo di godere della maggiore superficie di contatto possibile tra gli pneumatici e la strada. Inoltre, scegliendo gli pneumatici originali, tutti i sistemi di assistenza alla guida funzionano alla perfezione, garantendoti comfort e sicurezza alla massima potenza.

 

Lo svantaggio dei pneumatici estivi in inverno:
Usare pneumatici estivi in un range di temperature per le quali non sono stati progettati, ne accelera il processo di invecchiamento: la mescola degli pneumatici estivi è più sensibile al calo della temperatura, ciò può provocare una essiccazione prematura dello pneumatico abbassandone drasticamente la capacità di tenuta. Inoltre, pneumatici non conformi alle esigenze della stagione comportano spazi di frenata più lunghi e minore aderenza al suolo.

È quindi più conveniente investire sulla propria sicurezza e quella degli altri automobilisti, ottenendo nel tempo anche un effettivo risparmio in termini economici. Inoltre, la mancata dotazione di pneumatici idonei alla stagione causa rilevanti problemi da un punto di vista assicurativo: in caso di incidente – in presenza di gomme che violano le norme del codice della strada – le compagnie di assicurazione possono rifiutarsi di procedere con il risarcimento dei danni.

Gomme invernali in vacanza
E all’estero esiste come in Italia l’obbligo di montare gomme invernali? Le date rispecchiano quelle italiane? Andiamo a vedere cosa succede nei Paesi a noi limitrofi.

Austria 🇦🇹: Obbligo di montare le gomme invernali su tutte le ruote dall’ 1 novembre al 15 aprile, o in alternativa di avere catene a bordo da montare all’occorrenza sulle ruote motrici,

Francia 🇫🇷: In Francia non vige l‘obbligo generale di montare pneumatici invernali. A seconda del meteo, delle località e delle condizioni stradali si può tuttavia incorrere in una prescrizione obbligatoria con apposito cartello che la segnala.

Slovenia 🇸🇮: Obbligatorio l’equipaggiamento invernale dal 15 novembre al 15 marzo. Si possono avere a bordo le catene da neve da montare sulle ruote motrici all’occorrenza o in alternativa è necessario montare gli pneumatici M+S.

Svizzera 🇨🇭: In Svizzera non vi sono obblighi, viene lasciato al buon senso dell’automobilista di equipaggiare l’auto a dovere in relazione alle condizioni climatiche.

Germania 🇩🇪: Rischiano una multa solo chi circola con pneumatici estivi su strade ghiacciate, neve battuta, neve bagnata o fondo a bassa aderenza.